Antonietta De Lillo

Antonietta De Lillo (Napoli, 1960) inizia a lavorare come assistente operatore per produzioni cinematografiche e televisive. A Roma fonda con Giorgio Magliulo la società di produzione Angio Film, e realizza i primi lungometraggi di fiction: Una casa in bilico (1985), premiato a Taormina, e Matilda (1990). Nel 1992, insieme al gruppo Teatri Uniti e alla Angio Film, produce l’opera prima di Mario Martone, Morte di un matematico napoletano. Fonda a Napoli il centro di produzione Megaris e si dedica al video-ritratto, firmando: Angelo Novi fotografo di scena (1992), Promessi sposi (1993), La notte americana del dottor Lucio Fulci (1994), Ogni sedia ha il suo rumore (1995), Viento ‘e terra (1996). Torna, nel 1995, al lungometraggio con Racconti di Vittoria, e due anni più tardi realizza Maruzzella, episodio del film collettivo I Vesuviani in concorso a Venezia. Con Non è giusto ha partecipato al festival di Locarno nel 2001.

FILMOGRAFIA

Una casa in bilico (1985, lm)

Matilda (1990, lm)

Angelo Novi
fotografo di scena (1992, cm)

Promessi sposi (1993, cm)

La notte americana
del dottor Lucio Fulci (1994, cm)

Ogni sedia
ha il suo rumore (1995, cm)

Racconti di Vittoria (1995, lm)

Controcampo (1996, cm)

Viento ‘e terra (1996, cm)

Maruzzella
(1997, episodio de I Vesuviani)

Operai (1997, doc)

Hispaniola,
ritratto di Claudio Bonifacio (1997, doc)

Saharawi,
voci distanti dal mare (1997, doc)

O sole mio (1999)

‘O cinema (1999, cm)

Il faro (1999, cm)

Il resto di niente (1999)

Non è giusto (2000, lm)